Silvi e la natura.

A far da contraltare alla vita magari un po’ frenetica e caotica dell’estate marittima, a Silvi è possibile cercare silenzio e bellezza, tuffandosi nelle opportunità naturalistiche che offre il paese. Al confine nord, infatti, è stato recentemente istituito il Parco Marino del Cerrano, che ha permesso un’esplosione di fauna e flora soprattutto nelle zone protette, perfettamente fruibili dal pubblico. Per chi ama la camminata o la corsa o il semplice rilassarsi nella natura, questo è il posto ideale. Il percorso di 3 km all’interno del Parco Marino, attraverso la verde pineta e la spiaggia è un’autentica oasi (con scoiattoli, anatre, cormorani) lontano dall’asfalto e smog delle città, e non si dimentica facilmente.

cerrano

E se sono centinaia le specie marine che trovano un habitat perfetto nel tratto di mare a ridosso della Torre Cerrano (caratteristico il fatto che la piccola e rarissima Trivia multilirata, scelta come emblema del parco stesso, sia tornata a farsi vedere più frequentemente, testimoniando la presenza dei coralli su cui vive e, di conseguenza, l’ottima qualità delle acque) è probabilmente quello con il delfino l’incontro più ambito.

Grazie all’abbondanza di cibo è sempre più frequente il suo avvistamento sotto costa e la sua confidenza con gli umani.

 

Sulle dune sabbiose del parco e sulla pineta subito a ridosso della spiaggia, inoltre, molti sono gli uccelli che nidificano e si fermano per l’estate; negli ultimi anni si è rivelata felicissima la scoperta che anche il Fratino, un piccolo uccello a rischio di estinzione, ha scelto queste coste per nidificare e procreare.

Con un po’ di fortuna, nelle prime ore dell’alba è possibile osservarlo mentre si allontana dal nido e si avvicina alla riva, alla ricerca del suo pasto.

 

Al confine col comune di Atri è presente inoltre un’Area Protetta del WWF, che tutela uno dei paesaggi più spettacolari del comprensorio, quello dei Calanchi:

Calanchi

Alle varie attività di trekking, birdwatching, cicloturismo, è possibile affiancare la fotografia naturalistica paesaggistica ed avifaunistica, magari cercando di immortalare il Martin Pescatore sulle rive del fiume Piomba o i coloratissimi Gruccioni che passano l’estate sulle pareti a picco dei calanchi.

Numerose sono anche le attività estive proposte dai due centri, con visite notturne, passeggiate a cavallo, ecc. per un’immersione completa, ma sempre rispettosa, nella natura.

(Giuseppe Spitilli)

A Silvi è possibile cercare silenzio e bellezza, tuffandosi nelle splendide opportunità naturalistiche che offre il paese !