10 luoghi ed itinerari in Abruzzo da non perdere assolutamente

10 luoghi ed itinerari in Abruzzo da non perdere assolutamente

Abruzzo è tutto un susseguirsi di paesaggi mozzafiato e suggestivi borghi ricchi di storia e fascino. Ma non solo, infatti, offre anche un’ottima cucina regionale caratterizzata da piatti semplici e gustosi. Il colore grigio e verde delle montagne sfuma tra paesi arroccati e antichi eremi medievali, fino alla sabbia e agli scogli della bassa costa del mare Adriatico. Un territorio ricco di storiatradizioni e testimonianze artistiche che non finiscono mai di sorprendere i visitatori. Ecco a voi dunque le 10 mete assolutamente da non perdere in Abruzzo!   PARCO MARINO TORRE DEL CERRANOParco Marino Torre del CerranoCompreso nel tratto teramano fra i comuni di Pineto e Silvi, il Parco Marino Torre del Cerrano è la prima area marina protetta abruzzese e del medio Adriatico. Il parco, che delimita 7 chilometri di costa e si estende fino a 3 miglia nautiche, tutela un tratto di mare unico in Abruzzo, perché uno dei pochi rimasti dove si può trovare un ambiente dunale pressoché intatto. Lo specchio d’acqua dell’area presenta due tipologie ambientali: i tipici fondali sabbiosi adriatici; e alcune parti di scogliere di fondo, determinate sia dai massi semisommersi dell’antico porto della città di Hadria che dalle strutture sommerse dell’oasi di protezione marina provinciale. Nell’area sono presenti, oltre ad un buon numero di specie animali marine, anche diverse specie di avifauna, fra cui il Fratino, un piccolo uccello a rischio di estinzione che qui, nel periodo che va da aprile a luglio, depone le sue uova. Ulteriori info: Sito Ufficiale Parco Marino Torre del Cerrano   CITTA’ SANT’ANGELOCittà Sant'AngeloPosta su un belvedere naturale di colli che spazia dalle cime del Gran Sasso al mare, Città Sant’Angelo è un affascinante borgo le cui origini, per quanto incerte e motivo di dibattito tra gli storici, sembrano risalire all’epoca dei Vestini. Il borgo è celebre per la produzione di vino e di olio extravergine d’oliva di una qualità straordinaria, motivo per cui Città Sant’Angelo è riconosciuta come “Città dell’Olio”, “Città del Vino” e “Cittaslow”. Di particolare interesse è il suo centro storico di impianto medievale con osterie e taverne che evocano storie di soldati e di vita paesana. La possente mole della Collegiata, le numerose e stupende chiese, i palazzi gentilizi e le storiche porte d’ingresso alla città conferiscono al borgo un aspetto orgoglioso e dinamico, dove la dimensione artistica e culturale si fonde alla perfezione con quella storica.   CALANCHI DI ATRICalanchi di AtriLa Riserva Naturale dei Calanchi di Atri, Sito di Interesse Comunitario e Oasi WWF, si estende per circa 380 ettari e presenta una delle forme più affascinanti del paesaggio collinare adriatico, le straordinarie formazioni geologiche dei Calanchi, note anche come “bolge dantesche” o “scrimoni”. I Calanchi sono delle vere e proprie sculture naturali originate dall’erosione del terreno argilloso provocata dalle passate deforestazioni e favorita dai continui disseccamenti e dilavamenti, che rendono visibili numerosi fossili marini. Ricca di specie animali e vegetali, la Riserva è una sorta di paradiso per gli amanti del trekking, dell’endurance e della mountain bike. Ulteriori info: Sito Ufficiale Calanchi di Atri  CASTELLO DI ROCCASCALEGNAcastello-di-RoccascalegnaArroccato su un gigantesco masso arenario, il Castello di Roccascalegna è una maestosa e suggestiva struttura difensiva situata nel comune di Roccascalegna, in provincia di Chieti, che sovrasta la collina tra il Sangro e l’Aventino. Il castello fu edificato verso l’XI-XII secolo quando fu ampliata una semplice torretta da guardia di origine longobarda. Grazie alle imponenti mura e alle innovazioni tecniche e militari dell’epoca, il castello era conosciuto fin dagli arabi con il nome di “Ruqqah Gawrali”. Intorno al castello aleggia una leggenda ricca di fascino e mistero, ma dai risvolti un po’ inquietanti, che ha per protagonisti il barone Corvo de Corvis e l’editto dello “Jus Primae Noctis”. Nel 1646 il fantomatico barone obbligava ogni novella sposa del paese a passare la prima notte di nozze con lui invece che con il marito. La leggenda afferma che l’ultima sposa novella, o il marito travestito a sua volta da sposa, abbia accoltellato il barone nel talamo nuziale ed egli, morente, abbia lasciato la propria impronta della mano insanguinata su di una roccia della torre, crollata poi nel 1940.   PENNEPenneUn altro magnifico borgo abruzzese assolutamente da non perdere è Penne, uno dei centri più importanti della provincia di Pescara, nonché punto di riferimento dell’area vestina. Antichissima e magnifica città d’arte, Penne è anche chiamata “città del mattone” per l’abbondante uso di mattoni sia nelle costruzioni che nella pavimentazione del centro storico. Il centro cittadino è caratterizzato dalla presenza di magnifici monumenti ed eleganti palazzi settecenteschi, tra i quali meritano particolare menzione la scenografica Porta San Francesco, l’antica cattedrale di S. Maria degli Angeli e S. Massimo Martire, la chiesa e l’ex convento di S. Domenico. A pochi chilometri dal centro storico si trova la Riserva Naturale “Lago di Penne“, una magnifica area protetta che comprende un interessante Museo Naturalistico, il Giardino delle farfalle, il Centro di Educazione Ambientale e un sentiero natura con capanni per l’osservazione dell’avifauna.   ROCCA CALASCIORocca CalascioL’Abruzzo possiede un vastissimo patrimonio di castelli che impreziosiscono le valli e le scenografiche montagne ma Rocca Calascio è quanto di più suggestivo un amante dei castelli può trovare. Posto magico e da cartolina, Rocca Calascio è una fortificazione medievale posizionata a 1.464 m d’altezza nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga. La rocca, che nasce inizialmente come torre di guardia intorno al XII secolo, è interamente in pietra bianca ed è raggiungibile attraverso viuzze pittoresche e tortuose che arrampicano sulle rocce. Ben mimetizzata con la rupe su cui sorge, Rocca Calascio domina l’antico borgo fortificato ed il paese di più recente costruzione.   SCANNO E IL SUO LAGOLago di ScannoIncastonato nell’Alta Valle del Sagittario, con una natura selvaggia e quasi completamente incontaminata a far da cornice al paese, Scanno è un incantevole e romantico borgo in provincia dell’Aquila. Il borgo, tra i principali itinerari in Abruzzo, è conosciuto anche come la “Città dei fotografi” in quanto apprezzato da tanti autori italiani e stranieri, tra i quali spiccano Hilde Lotz-Bauer, Henri Cartier-Bresson, Mario Giacomelli, Gianni Berengo Gardin e Ferdinando Scianna. Rinomato per la produzione della filigrana e del tombolo, Scanno è un vero gioiello architettonico ed urbanistico, che offre al visitatore un gran numero di esempi di costruzioni medievali, dalle chiese ai palazzi nobiliari. Molto conosciuti sono anche i negozietti di arte orafa, in cui non si può non notare la Presentosa, un gioiello tradizionale femminile abruzzese che ha una lunga storia alle spalle. Di particolare bellezza è il suo lago, una vera e propria cartolina che da alcune visuali assume la forma di un cuore.   EREMO DI SAN BARTOLOMEO IN LEGIOEremo-san-bartolomeoDi una bellezza disarmante, l’Eremo di San Bartolomeo in Legio è uno degli Eremi Celestiniani della Majella più ameni e famosi. Ubicato a mezzacosta, sul versante a solatio del Vallone di S. Spirito, l’eremo è letteralmente scavato all’interno di uno sperone roccioso a circa 700 m s.l.m. nel comune di Roccamorice, in provincia di Pescara. Agli ambienti dell’Eremo, che è un piccolo convento con attigua cappella, si accede attraverso una scala scavata nella roccia, la Scala Santa, che porta ad una balconata rocciosa alla fine della quale si trova la chiesa. Ogni anno il 25 agosto viene festeggiato il Santo e giungono a San Bartolomeo un gran numero di pellegrini per partecipare alle varie manifestazioni religiose.  COSTA DEI TRABOCCHICosta dei TrabocchiL’Abruzzo è una regione di mare, con chilometri di litorale ricchi di straordinari paesaggi, molto diversi tra di loro. In particolare, il tratto di costa della provincia di Chieti offre scorci suggestivi, calette, promontori, scogliere alte e frastagliate, che lo rendono unico e paragonabile alle coste oceaniche del Portogallo o della Scozia. Questo tratto di costa, famoso per la sua bellezza naturalistica e per la sua eterogeneità, è conosciuto come Costa dei Trabocchi per le scenografiche palafitte da pesca che la caratterizzano, le quali rappresentano un caratteristico elemento architettonico e un simbolo della storia e della cultura non solo di questo lembo di regione, ma dell’intero Abruzzo. Ricca di Riserve Naturali importanti come Punta Aderci e Puntapenna, questa zona alterna una vegetazione selvaggia con una scogliera ricca di insenature e piccoli promontori che si affacciano sul mare, arricchiti dalle colorate ginestre, dai vigneti e dagli ulivi.  FORTEZZA DI CIVITELLA DEL TRONTOCivitella del TrontoSituata a 600 m. s.l.m. in posizione strategica rispetto al vecchio confine settentrionale del Viceregno di Napoli con lo Stato Pontificio, la Fortezza di Civitella del Tronto è una straordinaria opera di ingegneria militare, tra le più grandi e maestose d’Europa, caratterizzata da una forma ellittica con un’estensione di 25.000 mq ed una lunghezza di oltre 500 m. La rocca aragonese, paragonabile alla Fortezza di Hohensalzburg a Salisburgo per la sua imponenza, fu completamente trasformata a partire dal 1564 da Filippo II d’Asburgo, che, a seguito di un’eroica resistenza dei civitellesi, ordinò la ricostruzione e l’ampliamento della Fortezza e del sottostante borgo di cui da sempre è a guardia. La visita si sviluppa attraverso tre camminamenti coperti, le vaste piazze d’armi, le cisterne (una delle quali visitabile), i lunghi camminamenti di ronda, i resti del Palazzo del Governatore, la Chiesa di San Giacomo e le caserme dei soldati. Particolarmente suggestivo è il panorama che si gode dalla Fortezza. All’interno è visitabile anche il Museo delle Armi, dove sono custodite armi e mappe antiche.

LA SPIAGGIA

FOTO & VIDEO

ANIMAZIONE

2018-01-23T23:39:50+00:00